Commento al Vangelo del 14 Febbraio 2020 – Padre Antonio Salinaro

246

Andate: ecco, vi mando come agnelli in mezzo a lupi; la caratteristica del cristiano e di ogni uomo amante della vita viene tratteggiata in questi versi del Vangelo…

Gesù ci dice che il modo più libero di stare in ogni situazione della nostra esistenza (relazioni, avvenimenti etc..) è assomigliare ad un agnello; il quale mite, non si impone, anche se la sua presenza è ben visibile, con modi non violenti e non offensivi incontra chi gli si accosta; continua ad avere fiducia perché non cerca l’approvazione ma soprattutto non si fa imbruttire dalla prepotenza dei lupi … non c’è più grande libertà e bellezza; facciamoci trasformare dall’angelo che c’è in ognuno di noi … buona festa dei santi Cirillo e metodio

A cura di p. Antonio Salinaro su Facebook


La messe è abbondante, ma sono pochi gli operai.

Dal Vangelo secondo Luca
Lc 10, 1-9

In quel tempo, il Signore designò altri settantadue e li inviò a due a due davanti a sé in ogni città e luogo dove stava per recarsi.

Diceva loro: «La messe è abbondante, ma sono pochi gli operai! Pregate dunque il signore della messe, perché mandi operai nella sua messe! Andate: ecco, vi mando come agnelli in mezzo a lupi; non portate borsa, né sacca, né sandali e non fermatevi a salutare nessuno lungo la strada.

In qualunque casa entriate, prima dite: “Pace a questa casa!”. Se vi sarà un figlio della pace, la vostra pace scenderà su di lui, altrimenti ritornerà su di voi. Restate in quella casa, mangiando e bevendo di quello che hanno, perché chi lavora ha diritto alla sua ricompensa. Non passate da una casa all’altra.

Quando entrerete in una città e vi accoglieranno, mangiate quello che vi sarà offerto, guarite i malati che vi si trovano, e dite loro: “È vicino a voi il regno di Dio”».

Parola del Signore

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.