Preghiera del vespro

171

La sera tu vieni sileziosa
come una pace segreta
tra il vento e la rosa.

Un raggio di luce rossa
ferisce per un solo istante
la siepe odorosa di gelsomini.

Qui nella campagna
tu parli confidenzialmente
come il marito e la sposa.

Come la mamma e il bimbo
che rotola sull’erba
senza farsi male.

E la mamma ride contenta
di questo gioco che
non le dà pensiero
ma solo infonde fiducia
in questo tempo di prova.

don Gianpaolo Centofanti