p. Bruno Oliviero (padre Elia) commenta il Vangelo del 17 Settembre 2023

336

Il “potere rigenerante” del perdono

Papa Francesco ha più volte ripetuto che oggi più che mai il mondo ha bisogno di perdono. Questo perché la cultura odierna dominata dal pensiero unico è all’insegna di un antropologia fluida che produce individui incerti, confusi, narcisisti, risentiti che sono impegnati in una guerra continua e spietata contro se stessi, contro gli altri, contro il creato…

Una cultura che fomenta nell’uomo, a scopo di lucro, un’ eterna insoddisfazione di sé e un’ incapacità cronica di stabilire relazioni che non siano tossiche generando grandi sofferenze al singolo, alla comunità, alla società civile nel suo insieme, al mondo intero. C’è bisogno, cari fratelli e sorelle, di riscoprire la bellezza e nello stesso tempo l’efficacia, nella risoluzione delle grandi sfide che oggi attanagliano il mondo, dell’antropologia cristiana.

Infatti, coloro che vengono “rivestiti” di potere dall’alto per mezzo del santo Battesimo e per questo partecipi della regalità di Cristo sono “dotati” di quella magnanimità, empatia, tenerezza e condiscendenza capace di fare la differenza, di rivitalizzare, cioè, il “tessuto necrotico” delle relazioni tra gli uomini per mezzo del “potere rigenerante” del perdono.

Link al video