Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 15 Giugno 2023

281

“Se la vostra giustizia non supererà quella degli scrivi e dei farisei…” Scribi e farisei, gli esperti della Legge insomma, della Parola di Dio, che conoscono la Scrittura lettera per lettera… Ed io dovrei “superare” la loro giustizia?

Mah… Forse però la questione non è semplicemente essere più bravi di loro, o essere migliori di loro, forse si tratta di andare proprio oltre una certa logica, un certo modo di vedere il mondo, le relazioni, Dio… E quell’andare oltre, proprio oggi ci parla, proprio oggi si fa carne, pane e vino, si fa Gesù Cristo.

Allora forse, non si tratta semplicemente di seguire delle regole di condotta che ci fanno apparire belli e buoni, piuttosto si tratta di fare il primo passo e amare. Quel compagno di classe che ci sta antipatico, quell’amico con il quale non parliamo da anni, quel Dio al quale attribuiamo tutti i mali di questo mondo, senza accorgerci che in realtà proprio in quei mali ci resta accanto attraverso le persone che ci amano.

- Pubblicità -

In fondo, è nell’intimità e nella profondità delle nostre relazioni, con Dio e con gli altri, che si gioca e mette in pratica la vera giustizia: quella incarnata in Gesù Cristo.

✝️ Commento al brano del Vangelo di:  ✝ Mt 5,20-26

Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale!