Gesuiti – Commento al Vangelo del giorno, 8 Maggio 2023

361

✝️ Commento al brano del Vangelo di: ✝ Gv 14,21-26

Ti amo e mi manifesto a te, ma se non mi ami non mi riconoscerai.

Tante il volte il cuore è arido, la mente paranoica, ci si scorda, ci si dimentica il desiderio di incontrare, il desiderio di lasciarsi incontrare.

- Pubblicità -

Capita, a volte perché non si ha più voce per urlare, a volte perché si è smesso di ascoltare.

Si perde il significato profondo delle cose, non si hanno più occhi per osservare, orecchie per intendere, papille per gustare, siamo stanchi, siamo malati, vittime d’una cappa di fatica, affanno, per raggiungere cosa?!

Ci servirebbe la grazia di osservare la prossimità di uno sguardo, la parola contundente che ci può essere rivolta, la banalità di un sorriso e di una pioggia.
Forse avremmo modo di scoprire cosa c’è dentro attraverso cosa c’è fuori.

Allora forse ameremmo, forse riconosceremmo la meraviglia di un Amore che per noi si sta continuamente manifestando, per darci forza, per accompagnarci, per compiere insieme a noi la bellezza della vita.

Mounira Abdelhamid Serra

Continua a leggere gli altri approfondimenti del giorno sul sito

Fonte: Get up and Walk – il vangelo quotidiano commentato