Gesuiti – Commento al Vangelo del giorno, 23 Maggio 2023

508

✝️ Commento al brano del Vangelo di: ✝ Gv 17,1-11

È il tuo momento, la tua ora di massima gloria. Potresti pregare per te, chiedere di essere risparmiato dalla morte. Potresti chiedere qualunque cosa per te, ma non lo fai. Il tuo cuore ama troppo per pensare unicamente a te stesso. Il tuo cuore ama così tanto che il tuo primo pensiero non è la paura di morire, di lasciare il mondo in cui sei cresciuto.

Il tuo cuore va a me, l’ultima delle persone.

- Pubblicità -

A me, che per tutta la vita mi sono sentita invisibile. La tua ultima preghiera di fronte alla morte che cammina verso di te con passo deciso e fermo è per me che sono cosa tua, tua proprietà. Come può essere tutto questo? Dovresti vedere la fine davanti a te e invece i tuoi occhi sono colmi del mio volto, dei nostri volti in cerca di Te, in cerca della vita eterna.

Com’è possibile che meritiamo tutto questo amore? Com’è possibile che tu, che sei Dio fatto uomo, vedi ciascuno di noi e fino alla fine preghi per noi, stai con noi, ci affidi al Padre e ci ricordi che siamo tuoi?

Lo stupore e la pace del tuo amore mi commuovono e oggi mi fanno sentire non visibile, ma proprio vista e ricordata e custodita da te, da un amore così grande che non riesco a pensarne i confini.

Ricordami, Maestro, quando mi sento invisibile agli occhi degli altri e sola, che invece tu mi vedi e i tuoi occhi e il tuo cuore sono sempre vigili su di me, pronti ad affidare al Padre ogni mio passo incerto.

Martina Pampagnin

Continua a leggere gli altri approfondimenti del giorno sul sito

Fonte: Get up and Walk – il vangelo quotidiano commentato