fra Stefano M. Bordignon – Commento al Vangelo del 19 Marzo 2023

282

Anche gli increduli, vedendo le opere compiute da Gesù dicevano: Come può un peccatore compiere segni di questo genere? Una persona che compie le opere compiute da Gesù sicuramente deve essere un uomo di Dio, e anche noi potremmo dire che una persona che compie le opere che madre Teresa di Calcutta ha compiuto per forza deve essere una donna di Dio, e così potremmo andare avanti con tutta la lunga lista dei santi.

Si, a volte le opere manifestano la verità di una persona più delle sue parole, noi siamo ciò che facciamo, questo vale per noi ma vale anche per Gesù, e vale anche per Dio, il Padre. E allora noi, che spesso siamo in cerca dei segni della presenza di Dio nella storia, e nella nostra vita personale, ma invece di partire dalla teoria, invece di partire dalla teologia, dovremmo partire proprio da quello che vediamo attorno a noi. Chiediamo a Gesù che apra i nostri occhi per vedere le meraviglie compiute dal Padre.

Vi porto un esempio, che mi ha detto uno di voi che aveva paura di non essere perdonato da Dio a causa dei peccati in cui ricade saltuariamente, ma poi guardando il suo cagnolino che combina sempre dei guai, e pensando a come lui lo perdona senza difficoltà, ha pensato: se io perdono il mio cagnolino, sicuramente anche Dio sarà pronto a perdonare me nei miei sbagli.

- Pubblicità -

Ecco, cosa significa avere gli occhi aperti: significa capire che il mondo ci parla Dio e della sua misericordia, e ci parla anche del Maligno e della sua malvagità. Donaci Gesù degli occhi che sappiano vedere e distinguere il bene dal male, la tua volontà da ciò che vi si oppone.

Link al video

Fonte: il canale YOUTUBE di fra Stefano