fra Stefano M. Bordignon – Commento al Vangelo del 11 Ottobre 2023

397

Tante cose abbiamo già detto a riguardo della preghiera, ma forse non ci siamo mai soffermati a sufficienza sull’importanza di santificare il nome del Padre. Come diceva san Francesco in una preghiera: solo a te Padre si addicono la gloria, l’onore e ogni benedizione. Anche noi, ogni volta che preghiamo il Padre nostro, diciamo: sia santificato il tuo nome.

Ma poi, in realtà, non facciamo concretamente nulla per realizzare nella vita quello che diciamo a parole. Ricordo che una volta, mentre ammiravo la bellezza di una cattedrale, una persona mi ha fatto notare che quella cattedrale è stata costruita con la ricchezza che la chiesa avrebbe dovuto dare ai poveri.

Questa critica ha un certo significato non lo nego, anche a me non piace lo sfarzo, ma denota anche l’incapacità di comprendere che non viviamo solo di pane. Anche la bellezza dell’ambiente in cui viviamo è una forma di carità, e la carità più grande è suscitare nelle persone l’amore per Dio.

- Pubblicità -

Santificare il nome di Dio non è quindi una frasetta retorica, buttata lì così, senza pensarci, ma è il primo comandamento, la prima invocazione. È un po’ come all’inizio della creazione, prima di creare l’umo e la donna, Dio ha creato la luce. Perché non c’è vita senza luce. Così anche noi, prima di ogni altra cosa, santifichiamo il nome di Dio.

Link al video

Fonte: il canale YOUTUBE di ☩ fra Stefano