Fabrizio Morello – Commento al Vangelo del giorno, 24 Ottobre 2023

212

Siate pronti “.

Ecco come dev’essere il cristiano: pronto.

E da cosa si vede se uno è “ pronto “?

Se ha “ le vesti strette ai fianchi “ e “ la lampada accesa “.

Le vesti strette ai fianchi le indossa il servitore che, per lavorare, pone in quel modo la sua veste.

Quindi è pronto chi “ si mette al servizio “ di Dio e dei fratelli.

Ma il “ servizio “, da solo, non basta, perché potrebbe essere esclusivamente filantropia o, addirittura, un modo di mettersi in mostra e, quindi, una forma di narcisismo.

Le “ vesti strette ai fianchi “ devono essere accompagnate dalle “ lampade accese “, cioè dalla fede.

Il cristiano si mette al servizio per fede, perché vuole vivere e agire come fece Gesu’.

Anche lui vede, come Cristo, nell’altro un suo fratello, e lo serve per amore perché per lui quel fratello è Gesu’.

Ecco la “ differenza cristiana “, ecco cosa fa pronti: il servire l’altro perché si vede nel suo volto quello di Cristo.

Chi è “ pronto “, chi si spende per il Regno, sarà certamente sveglio al momento del “ ritorno del padrone “.

Chi, invece, “ non è pronto “, starà dormendo al momento del “ ritorno del padrone “.

La differenza sarà enorme.

Perchè il Signore farà una gran festa per gli svegli e sarà Lui stesso che “ li farà sedere a tavola e, stringendosi le vesti ai fianchi, passerà a servirli “.

Capito che meraviglia.

Lo stare svegli in questa vita fa si che Dio stesso ci servirà.

DIO SERVIRA’ NOI!!!

Stupefacente.

Questa pagina allora è energia pura per destarci dal sonno in cui, forse, siamo caduti, e metterci, in fretta, a servizio del Regno.

E’ il piu’ grande affare della nostra vita: ci condurrà alla beatitudine eterna in cui sarà Dio a servire noi!!!

Che aspettiamo.

Forza, in piedi a lavorare per il Regno.

Buona giornata e buona riflessione a tutti.

Icona

Lc 12,35-38 | Fabrizio Morello 35 kb 1 downloads

Commento al Vangelo del 24 ottobre 2023 …