Fabrizio Morello – Commento al Vangelo del giorno, 15 Settembre 2023

244

Dopo la “ Esaltazione della Santa Croce “, celebrata ieri, oggi, nella ricorrenza della beata Vergine Addolorata, la “ croce “ continua ad essere al centro della pagina evangelica.

Sotto questa croce stavanola madre di Gesu’, la sorella di sua madre, Maria di Cleopa e Maria di Magdala “.

Tre donne “ stanno “ sotto la croce, non fuggono dinanzi alla sofferenza di Cristo ma restano fedeli a Lui.

Anche noi, quali credenti, siamo chiamati a fare altrettanto: a restare, a continuare a credere, a continuare a confidare in Lui anche quando tutto sembra andare male, anche quando sembra che Dio sia lontano, completamente indifferente al nostro dolore e alle nostre invocazioni.

E’ in quei momenti che dobbiamo ricordarci che Gesu’ ci ha fatto un “ grande dono “: ci ha regalato sua Madre.

Quell’” ecco tua madre “ e quell’ “ ecco tuo figlio “ sono il segno di unione tra noi e la Madre.

Pensiamo al dolore che avrà provato Maria sotto quella croce.

Ma è rimasta li’, insieme a suo figlio.

Anche noi dobbiamo fare altrettanto e, se siamo tentati di cedere allo sconforto, rivolgiamoci alla Madre Nostra, che, certamente, ci darà la forza per resistere e per non allontanarci mai da Cristo.

Buona giornata e buona riflessione a tutti.

Icona

Gv 19, 25-27 | Fabrizio Morello 16 kb 3 downloads

Commento al Vangelo del 15 Settembre 2023 …