Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 18 Settembre 2023

258

A volte il nostro cammino di fede ci fa così intimi di Gesù che pensiamo di meritare questo rapporto. Insomma, la frequenza con la Parola di Dio, con i vari cammini e gruppi ai quali partecipiamo ci fa sentire migliori di chi non frequenta… ci fa sentire anche meritevoli delle attenzioni del Signore. 

Gesù non ci ama e ci ascolta perché lo meritiamo… non è per il nostro merito ma per il suo Amore, la sua misericordia. Gesù non fa differenze di persone… ama tutti e a tutti insegna… corregge… consola… poi c’è chi lo ascolta e chi se ne frega… ma lui ama tutti e sa che tutti hanno bisogno di lui. Nessuno si senta meritevole… nessuno si senta arrivato!

Gesù loda l’umiltà, la semplicità e la fede del centurione… prega… fa pregare… ed è certo che il Signore comunque agisce, non perché pensa di meritarlo (si sente indegno) ma perché sa che la Parola di Gesù salva!

A volte crediamo più alla nostra bravura e ai nostri meriti che all’amore gratuito di Dio. Questa non è fede… è presunzione!

Siamo tutti amati da Dio, nessuno escluso! È il suo amore che ci cambia, non la nostra bravura!

AUTORE: Don Antonio Mancuso PAGINA FACEBOOK

Image by blenderfan from Pixabay