fr. Alberto Maggi commento il Vangelo di Marco 10, 13-31

37

Luce Tommasi intervista Alberto Maggi sul vangelo di Marco (Mc 10:13-31)

Articolo precedenteCommento al Vangelo del 5 marzo 2017 – don Luigino Bonato, Diocesi di Vicenza
Articolo successivoCommento al Vangelo del 5 marzo 2017 – don Lello Ponticelli