p. Bruno Oliviero (padre Elia) commenta il Vangelo del 20 Marzo 2021

125

- Pubblicità -

Cogli l’attimo della salvezza

Cari fratelli e sorelle, Gesù, nel brano del Vangelo di Luca che ascoltiamo Domenica 20 Marzo, mette in guardia i suoi ascoltatori dal pericolo di perdere tempo a discutere e blaterare sulle cronache del mondo senza coglierne l’urgente chiamata alla conversione, cioè a fare meno chiacchiere e più fatti…

E, attraverso la parabola del fico “tutto foglie e niente frutti”, ci annunzia la buona notizia che all’umanità resa sterile dal peccato Dio, il Padrone della Vigna, in Gesù, il Vignaiolo, ci dona l’ultima e stupenda chance di portare frutti di giustizia, vita, amore e pace. Infatti, Gesù, in coloro che lo accolgono, mentre smuove e dissoda il terreno del cuore indurito dal peccato per mezzo della Croce lo fertilizza con il “concime” del suo Amore senza confini effuso nel cuore per mezzo dello Spirito Santo.

Link al video
Articolo precedentep. Alessandro Cortesi op – Commento al Vangelo di domenica 20 Marzo 2022
Articolo successivodon Guido Santagata – Commento al Vangelo di domenica 20 Marzo 2022