don Guido Santagata – Commento al Vangelo di domenica 13 Giugno 2021

99

Questa Domenica ci viene offerta la possibilità di contemplare il Regno di Dio che è simile ad un piccolissimo seme che gettato nella terra, dorma o vegli, di notte o di giorno, il seme germoglia e cresce.

È lo straordinario miracolo della vita che accade quotidianamente, la sera semini un granellino il giorno dopo spunta un piccolo filo d’erba, senza che nessuno muova un dito; è l’esperienza della fiducia in Dio, noi come quel seme cresciamo e amiamo per una forza nascosta, misteriosa che viene da Dio. Spesso non ci pensiamo, perché non ci fermiamo più ad ammirare, a stare, non ci stupiamo più. Nonostante la nostra distrazione il seme di Dio continua a germogliare e crescere nel nostro cuore.

Il Suo Regno cresce in noi attraverso una forza misteriosa che è la bontà, che ognuno di noi custodisce gelosamente nel cuore. Tanti nemici seminano morte, noi, sempre seminiamo grano buono; Cristo è quel seme di grano buono presente in ciascuno di noi, permettiamogli di germogliare nel nostro cuore, perché attraverso la Sua forza possiamo riuscire ad amare Dio e gli altri come Lui ha amato!


Commento a cura di don Guido Santagata della Parrocchia Santa Maria Assunta-Duomo di Sant’Agata de’Goti (BN)

Articolo precedenteCommento al Vangelo del 13 Giugno 2021 – mons. Francesco Alfano
Articolo successivodon Antonino Sgrò – Commento al Vangelo di domenica 13 Giugno 2021