Commento alle letture di domenica 19 novembre 2017 per bambini – ElleDiCi

131

Spunti di riflessione  dedicati ai catechisti o ai sacerdoti  per impostare l’omelia per la messa con i bambini.

Capire le parole” per far cogliere o per chiarire il significato di espressioni chiave del testo.
Di più…” con qualche esempio tratto dalla vita o rivolto ad essa.
Per riassumere…” una domanda o una affermazione finale da lasciare alla giovane assemblea.

PRIMA LETTURA (Prv 31,10-13.19-20.30-31)

Capire le parole

  •  Forte: coraggiosa, energica.
  • Conocchia: bastoncino che serve per trasformare il lino il cotone o la seta in filo; si tessono questi fili per confezionare vestiti.
  • Fuso: trottola allungata attorno alla quale si arrotola il filo di cotone o di seta.
  • Lodare: elogiare, fare i complimenti.

Di più

 Mani magiche. Guardale: non si fermano mai, sollevano le matasse di lana o di lino, tessono gli abiti, si tendono per offrire una moneta e per condividere un pezzo di pane, asciugano una lacrima, accarezzano, lavano, nutrono… e questo tutto il giorno per tutti i giorni. Queste sono mani che fanno del bene. Non solo le mani di questa donna, ma tutte le mani sono chiamate a diffondere la gioia e migliorare il mondo. Per questo motivo ognuno di noi ha ricevuto tanti doni: per continuare con le nostre mani la creazione di Dio.

SECONDA LETTURA (1Ts 5,1-6)

Capire le parole

  • Tenebre: oscurità profonda.
  • Vigilare: sorvegliare attentamente.
  • Sobrio: semplice, discreto.

VANGELO (Mt 25,14-30)

Capire le parole

  •  Venuta: dopo la morte e la risurrezione di Gesù i primi cristiani credevano che lui ritornasse subito. Sono passati venti secoli e noi attendiamo ancora il suo ritorno. L’essenziale non è sapere quando ciò accadrà, ma vivere come Egli ci chiede. Gesù è presente tra noi in modo nascosto, nella nostra vita e durante la Messa. Un giorno lo vedremo chiaramente.
  •  Talento: all’epoca di Gesù era un lingotto d’oro o d’argento che pesava 30 chili.

Di più

 Fiducia o sfiducia. Il servo che sotterra il suo talento è come se dicesse al padrone: “Io non ho fiducia in te. I tuoi doni non mi interessano. Io non ho niente a che vedere con te”. Dio ci dona se stesso. E noi cosa faremo di questo meraviglioso dono?

PER RIASSUMERE…

Un giorno il Signore tornerà. Ma questa non è una ragione per incrociare le braccia! Dio ci affida una missione e il suo Regno e lì ogni volta che sappiamo amare.

Fonte – ElleDiCi

La vignetta di RobiHood

da scaricare e colorare

[amazon_link asins=’8801058411,8801063113,8801056419,8801059892′ template=’ProductCarousel’ store=’ceriltuovol04-21′ marketplace=’IT’ link_id=’1e41c6f1-c47e-11e7-9974-417047202061′]

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO

Puoi leggere (o vedere) altri commenti al Vangelo di domenica 19 novembre 2017 anche qui.

XXXIII Domenica del Tempo Ordinario – Anno A

Mt 25, 14-30
Dal Vangelo secondo  Matteo

14Sceso dalla barca, egli vide una grande folla, sentì compassione per loro e guarì i loro malati. 15Sul far della sera, gli si avvicinarono i discepoli e gli dissero: «Il luogo è deserto ed è ormai tardi; congeda la folla perché vada nei villaggi a comprarsi da mangiare». 16Ma Gesù disse loro: «Non occorre che vadano; voi stessi date loro da mangiare». 17Gli risposero: «Qui non abbiamo altro che cinque pani e due pesci!». 18Ed egli disse: «Portatemeli qui». 19E, dopo aver ordinato alla folla di sedersi sull’erba, prese i cinque pani e i due pesci, alzò gli occhi al cielo, recitò la benedizione, spezzò i pani e li diede ai discepoli, e i discepoli alla folla. 20Tutti mangiarono a sazietà, e portarono via i pezzi avanzati: dodici ceste piene. 21Quelli che avevano mangiato erano circa cinquemila uomini, senza contare le donne e i bambini. 22Subito dopo costrinse i discepoli a salire sulla barca e a precederlo sull’altra riva, finché non avesse congedato la folla. 23Congedata la folla, salì sul monte, in disparte, a pregare. Venuta la sera, egli se ne stava lassù, da solo. 24La barca intanto distava già molte miglia da terra ed era agitata dalle onde: il vento infatti era contrario. 25Sul finire della notte egli andò verso di loro camminando sul mare. 26Vedendolo camminare sul mare, i discepoli furono sconvolti e dissero: «È un fantasma!» e gridarono dalla paura. 27Ma subito Gesù parlò loro dicendo: «Coraggio, sono io, non abbiate paura!». 28Pietro allora gli rispose: «Signore, se sei tu, comandami di venire verso di te sulle acque». 29Ed egli disse: «Vieni!». Pietro scese dalla barca, si mise a camminare sulle acque e andò verso Gesù. 30Ma, vedendo che il vento era forte, s’impaurì e, cominciando ad affondare, gridò: «Signore, salvami!».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

  • 19 – 25 Novembre 2017
  • Tempo Ordinario XXXIII
  • Colore Verde
  • Lezionario: Ciclo A
  • Salterio: sett. 1

Fonte: LaSacraBibbia.net

LEGGI ALTRI COMMENTI AL VANGELO

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.