Commento al Vangelo per i bambini: domenica 24 febbraio 2013 -Gesù come sapeva di essere Figlio di Dio?

54

Le domande grandi dei bambini

Gesù come sapeva di essere Figlio di Dio?

I bambini sono intelligenti, intuitivi, assetati di verità e conoscenza. Le loro domande non sono banali o scontate, anzi molte volte risvegliano le domande che gli adulti stessi hanno messo a tacere e che invece portano nel cuore. 
Partendo da questo presupposto, l’Ufficio catechistico della diocesi di Roma ha realizzato una serie di video che incoraggino i genitori a rispondere ai figli. 
La giornalista e scrittrice Costanza Miriano, mamma di quattro figli, sottoporrà settimanalmente gli interrogativi dei bambini sui grandi temi della vita a padre Maurizio Botta, per lasciare che il Vangelo della domenica dia loro una risposta. 

Colonna sonora: Wild life – di Angelo Talocci (Spiritosound Roma)

«Gesù come sapeva di essere Figlio di Dio? »

E’ la domanda di un bambino che si interroga sulla consapevolezza che Gesù ha di sé stesso, della propria identità. L’episodio della Trasfigurazione, narrato dal Vangelo di questa seconda domenica di Quaresima, ci mostra una delle occasioni in cui è Dio Padre stesso che conferma pubblicamente l’identità del Suo Figlio prediletto.

Articolo precedenteOcchi al cielo – citofonare parrocchia: una sitcom ambientata in parrocchia
Articolo successivoCommento al Vangelo del 24 febbraio 2013 – Paolo Curtaz