Commento al Vangelo di domenica 18 Aprile 2021 – Azione Cattolica

62

L’apparizione di Gesù nel Vangelo di oggi combina due aspetti: i dubbi dei discepoli e la missione di annunciare e perdonare ricevuta da Gesù. Sembra quasi che Gesù giochi con i discepoli che dimostrano poca fede, come spesso accade con noi, che abbiamo quasi sempre una religione, ma difficilmente abbiamo la fede.

Il fondamento della fede cristiana è il cuore del Vangelo, cioè la passione, morte e risurrezione del Signore, da cui scaturisce l’annuncio del perdono dei peccati e della misericordia di Dio per tutti: noi oggi siamo i suoi messaggeri, ma solo con la fede saremo veri testimoni. Pensiamo di vivere la religione, ma difficilmente aderiamo a Gesù Cristo e alla sua Parola: ma Gesù ha pazienza, per questo ci offre varie possibilità di credere in Lui, sta a noi non perdere l’occasione. Dobbiamo confidare nella potenza dello Spirito Santo e comprendere le Scritture, per diventare testimoni e missionari del messaggio di Cristo che è l’unica nostra salvezza.

Gesù ci dona la fede in ogni momento della nostra giornata, sta a noi capire, comprendere, ascoltare e mettere in pratica i suoi suggerimenti. A volte, l’incredulità e il dubbio sono nel nostro cuore e indeboliscono la fede che, invece, la presenza di Dio dà a noi nella nostra vita. Credere alla Parola del Signore è molto difficile. È facile credere in ciò che si vede, ma solo se crediamo con gli occhi della fede avremo la luce sulla nostra strada.

Luce che è Gesù, il quale ci dà ogni giorno parole di speranza. La missione delle comunità cristiane è essere testimoni della risurrezione, in modo che sia manifestato l’amore di Dio che ci accoglie, ci perdona e ci aiuta a vivere da fratelli e sorelle secondo il suo volere.

A cura del Movimento adulti scout cattolici italiani.

Incredulità: ospite da evangelizzare!
Signore, io credo di avere fede, ma tu aiutami, aiutami ad essere tuo testimone, da solo non ce la posso fare, aiutami ad andare incontro al fratello perché lui ha bisogno di me e io ho bisogno di lui, aiutami a pregare perché la famiglia testimoni il tuo amore, aiutami a pregare per i bambini, per gli anziani, per chi è malato e solo, per chi è povero e bisognoso. Aiutami, Signore.


Fonte | Per gentile concessione dell’Editrice AVE

Articolo precedenteCommento al Vangelo del 15 Aprile 2021 – Don Francesco Cristofaro
Articolo successivoPaolo Curtaz – Commento al Vangelo del 15 Aprile 2021 – Gv 3, 31-36