Pubblicità
Home / Vangelo della Domenica / Per i giovani / Commento al Vangelo del 17 Febbraio 2019 – Catechisti Parrocchiali

Commento al Vangelo del 17 Febbraio 2019 – Catechisti Parrocchiali

ESSERE FELICI SI PUO’

Il Vangelo di oggi ci presenta le Beatitudini secondo Luca, che sono quattro, ad esse sono aggiunti quattro guai.


  • Gesù dichiara beati i poveri, coloro che piangono, coloro che han-no fame e che sono perseguitati; mentre dichiara destinati all’infelicità i ricchi, coloro che ridono, che sono sazi, o che sono elogiati da tutti. Le Beatitudini sono fondamentali per capire il messaggio di Gesù e il senso delle sue azioni, raccontate nel Vangelo.
  • A prima vista l’insegnamento di Gesù sembra condurre alla sofferenza e a privarci di quanto ci affascina. In realtà la felicità di cui parla Gesù è diversa dalla nostra. Gesù è venuto per ricondurre ogni persona all’autentica e originaria felicità, che è porre la fiducia in Dio e non soltanto nelle cose umane che «finiscono». Per questo il ricco, il soddisfatto, chi ride ed è lodato da tutti, è nei guai, in quanto confida in sé e nelle sue cose, e non in Dio e nella Parola.
  • Anche noi possiamo essere felici se, pur riconoscendo la bellezza, la grandezza e la ricchezza di ciò che è umano, scegliamo di stare con Dio e, cioè, dalla parte dei poveri, degli afflitti e degli affamati…

ImpegniAMOci  a schierarci sempre, con gesti concreti, dalla parte di chi è povero, oppresso, umile…

Approfondiamo una parola del Vangelo

Tiro e Sidone

Città del Libano, in passato appartenevano alla Fenicia, ma nel NT sono città greche, nominate numerose volte: Tiro, cinquantanove; Sidone, cinquanta. Distanti 40 km l’una dall’altra, si affacciano entrambe sul Mar Mediterraneo. Nella tradizione biblica sono associate tra loro e rappresentano i popoli pagani, cioè le nazioni non appartenenti al popolo di Israele.

Preghiera

Signore Gesù,
con le Beatitudini, capovolgi la nostra idea di felicità
che ci fa considerare beati
i ricchi, coloro che ridono
o sono sazi, coloro che sono elogiati da tutti…
Signore Gesù,
aiutaci a non confidare
nelle cose umane,
che hanno fine, ma a fidarci di Dio e della sua Parola,
e a stare con lui
dalla parte dei poveri,
degli afflitti e degli affamati…

Fonte del materiale:

Catechisti Parrocchiali
Rivista di Febbraio 2019 – 5

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO

SESTA SETTIMANA DEL TEMPO ORDINARIO

Puoi leggere (o vedere) altri commenti al Vangelo di domenica 17 Febbraio 2019 anche qui.

Lc 6, 17. 20-26
Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, Gesù, disceso con i Dodici, si fermò in un luogo pianeggiante. C’era gran folla di suoi discepoli e gran moltitudine di gente da tutta la Giudea, da Gerusalemme e dal litorale di Tiro e di Sidòne.
Ed egli, alzàti gli occhi verso i suoi discepoli, diceva:
«Beati voi, poveri,
perché vostro è il regno di Dio.
Beati voi, che ora avete fame,
perché sarete saziati.
Beati voi, che ora piangete,
perché riderete.
Beati voi, quando gli uomini vi odieranno e quando vi metteranno al bando e vi insulteranno e disprezzeranno il vostro nome come infame, a causa del Figlio dell’uomo. Rallegratevi in quel giorno ed esultate perché, ecco, la vostra ricompensa è grande nel cielo. Allo stesso modo infatti agivano i loro padri con i profeti.
Ma guai a voi, ricchi,
perché avete già ricevuto la vostra consolazione.
Guai a voi, che ora siete sazi,
perché avrete fame.
Guai a voi, che ora ridete,
perché sarete nel dolore e piangerete.
Guai, quando tutti gli uomini diranno bene di voi. Allo stesso modo infatti agivano i loro padri con i falsi profeti».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

Fonte: La Sacra Bibbia

ALTRI COMMENTI

VEDI ANCHE

Commento al Vangelo del 24 Febbraio 2019 – Azione Cattolica

C’è un elemento comune a tutte le indicazioni e gli orientamenti di vita di Gesù …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.