Sr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 28 Ottobre 2021

73

Oggi la chiesa festeggia due apostoli martiri: Simone e Giuda Taddeo. Il vangelo ci fa vedere il momento in cui Gesù li ha scelti…dopo una notte di preghiera. Sono stati scelti senza alcun merito ma solo per annunciare come Gesù e con Lui l’amore misericordioso del Padre. L’annuncio parte dalla Parola ascoltata.

Le folle riunitasi intorno a lui da tutta la Palestina, indicano quanto forte fosse l’attrazione di questa parola che era Gesù. L’ascolto di quella parola guariva la gente…perché da Gesù usciva una forza che sanava tutti ci dice oggi Luca. Ancora oggi la Parola ha questa azione guaritrice per chi ascolta con cuore aperto.

Dalla parola esce quella forza che è la Potenza di Dio che ci fa camminare nella Luce ogni giorno. L’ascolto è l’inizio della guarigione. Quanto sono capace di ascoltare la Parola? A che punto è il mio cammino di guarigione? Quella parola ha sconvolto la vita di Simone e Giuda Taddeo sino a portarli al martirio per amore di Gesù. Che cosa sono capace di fare per amore di Gesù?

È da lì che si comprende quanto frutto porta in me l’ascolto della Parola. Non solo:quanta forza e potenza quella Parola mi offre per vivere h 24 fedele all’amore.


A cura di Sr Palmarita Guida della Fraternità Vincenziana Tiberiade 

Articolo precedenteCommento al Vangelo del 28 Ottobre 2021 – Don Francesco Cristofaro
Articolo successivoFabrizio Morello – Commento al Vangelo del giorno, 28 Ottobre 2021