p. Gaetano Piccolo S.I. – Commento al Vangelo di lunedì 14 Dicembre 2020

97

DOMANDARE

I navigatori hanno finalmente permesso di non doversi fermare più a chiedere! in genere infatti ci vergogniamo di domandare: abbiamo la pretesa di presentarci sempre autosufficienti, senza dubbi, capaci di gestire autonomamente la situazione. Non ammettiamo incertezze. Preferiamo, come nel tempo che stiamo vivendo, vivere nell’illusione di poter sapere con sicurezza cosa ci aspetta piuttosto che accettare i limiti persino della scienza davanti a quello che accade.

Il punto interrogativo è disprezzato e sostituito con il più rassicurante punto esclamativo. Non vogliamo affrontare la fatica della domanda, ma preferiamo ricevere ordini. In questo modo possiamo anche sgravarci dalla responsabilità delle nostre scelte. La realtà però continua a sfuggirci, non ci si presenta in maniera chiara e definitiva, ma ha sempre un modo complesso e articolato di apparire: la realtà degli altri, la realtà dei fatti, persino la realtà di noi stessi. L’unico modo per affrontare in modo onesto la vita è non smettere di chiedere.

Anche Gesù ci invita a uscire dalle sicurezze che ci intrappolano, a non dare per scontato, a non credere sempre di avere tutte le risposte. Solo esercitando l’arte della domanda si cresce e si diventa persone mature e responsabili.

UN IMPEGNO

Prova a notare oggi se stai rinunciando a fare qualche domanda solo per paura o imbarazzo.

P. Gaetano Piccolo S.I.
Compagnia di Gesù (Societas Iesu)Fonte