la Parola in centoparole – Commento al Vangelo del 8 Marzo 2022

113

- Pubblicità -

La Quaresima è tempo di preghiera e la Chiesa vuole fin dai primi giorni mostrarci quale deve essere il nostro modello: quella che Gesù ha insegnato ai suoi discepoli. La preghiera autentica è dialogo, relazione, un dire che non si ferma a ciò che dici, ma che penetra ed arriva al come ed al perché lo dici.

“Padre”: è l’invocazione più dolce che l’uomo possa rivolgere a Dio. Per questo la preghiera che ci insegna Gesù non può indugiare sulla bocca, ma deve entrare ed arrivare dritta al cuore. Che il Signore possa aiutarci a vivere questa intimità con Lui.

fra Simone

Canale Telegram “la Parola in centoparole

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


- Pubblicità -

Articolo precedenteVangelo Daily – Lettura e Commento al Vangelo del 8 Marzo 2022
Articolo successivoSr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 8 Marzo 2022