Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 5 Aprile 2022

47

- Pubblicità -

Il mondo dei farisei è il mondo terreno, senza apertura, chiuso nella visuale delle cose materiali. Loro fingono di avere Dio come punto di riferimento, come “stella polare”, ma di fatto hanno tutt’altro nel loro cuore. Per questo vivono nel peccato. E si accaniscono, prima con l’ironia e poi con inumana violenza, contro un Giusto che mette a nudo la loro cattiveria.

Gesù oggi vuole farci capire che la salvezza viene solo attraverso la croce. Solo se ci abbandoniamo completamente a Cristo crocifisso potremo avere salvezza. Non c’è modo, infatti, di poter uscire da soli dai nostri peccati: potremo farlo soltanto se sapremo aggrapparci a quella mano che il Signore non smette mai di tenderci.

Come dice Papa Francesco “Non c’è salvezza nelle idee, non c’è salvezza nella buona volontà, nella voglia di essere buoni… No. L’unica salvezza è in Cristo crocifisso”.


Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedenteArcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 5 Aprile 2022
Articolo successivoDon Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 5 Aprile 2022