Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 15 Giugno 2021

85

In questo capitolo del Vangelo di Matteo per la sesta volta Gesù dice: “Avete inteso… Ma io vi dico…”. L’apice di queste antitesi è proprio quest’ultima, in cui viene chiesto ad ogni credente di imitare Dio stesso nella sua misericordia, amando non solo gli amici, ma anche i nemici, i persecutori, gli sconosciuti.

Attraverso queste domande incalzanti, il Signore ci salva dalla ansia di dover fare giustizia, ci libera dall’impegno di giudicare l’altro e ci chiede una rivoluzione! Così come il Padre “fa sorgere il suo sole sui cattivi e sui buoni e fa piovere sui giusti e sugli ingiusti”, anche noi siamo chiamati a portare nella nostra quotidianità la rugiada dell’amore disinteressato! Siamo sollecitati a intraprendere un nuovo stile di vita, gentile e attento verso tutti, ma proprio tutti, per poter essere segno dell’amore di Dio verso il prossimo.


Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedenteDon Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 15 Giugno 2021
Articolo successivodon Antonio Savone – Commento al Vangelo del 15 Giugno 2021