don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 28 Giugno 2021

89

“Maestro, ti seguirò dovunque tu vada”

Seguire da vicino Gesù ha un certo fascino, ma ci sono diverse forme per seguirlo e non tutte sono possibili allo stesso modo. Allo scriba del vangelo, Gesù fa notare che Egli non ha un luogo di riferimento, una casa in cui rientrare la sera, nella quale rifugiarsi, o in cui custodire i suoi beni. Probabilmente è proprio l’aspetto umano che allo scriba sarebbe venuto più a mancare e che avrebbe impedito la sequela di Gesù o l’avrebbe resa molto disagevole. Quando si vuole seguire Gesù bisogna fare allora attenzione alle dimensioni umane che la sequela richiede di sacrificare.

Alcune di queste per predisposizione personale, sostenuta dalla grazia di Dio, sono facilmente superabili, ma altre possono diventare addirittura motivo di rinuncia, di interruzione del cammino. Occorre allora fare discernimento e farsi aiutare nel discernimento. A volte quanto entusiasma nella sequela di Gesù non fa giudicare in modo ponderato tutti gli altri aspetti. Oppure, al contrario, a volte si guarda solo alle rinunce della sequela, perdendo di vista tutti gli altri aspetti che invece la renderebbero significativa e appagante.

In breve

Sono tanti gli aspetti da tener presente per seguire Gesù. Non lasciarti fermare dalle rinunce, e non farti trasportare dall’entusiamo. Piuttosto valuta con attenzione ogni aspetto, prega e lasciati consigliare da chi ha già compiuto la scelta.


Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube

Articolo precedenteDon Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 28 Giugno 2021
Articolo successivoGiovani di Parola – Commento al Vangelo del 28 Giugno 2021