don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 21 Novembre 2021

25

“Il mio regno non è di quaggiù”

Tutte le volte che accogli in silenzio un’umiliazione; tutte le volte che accetti ogni genere di sofferenze senza lamentarti; quando rispondi al male con il bene; alla maleducazione reagisci con gentilezza e cortesia; alla tristezza replichi infondendo speranza e consolazione; tutte le volte che fai prevalere l’insegnamento del vangelo sulla tua umanità, ti allontani pian piano dalla logica del mondo e entri sempre di più nella logica del Regno di Dio.

Più vivi la logica del Suo regno, più gli appartieni, e il tuo cuore viene ricolmato dal Suo amore e dalla Sua pace. E così ben presto ti accorgerai che questo mondo non è più il tuo, non ne sentirai più il fascino e l’attrazione. Potrai dire che appartieni a Cristo, che è Lui il tuo Re. E, insieme a Lui, affermare che il tuo Regno non è di quaggiù.

In breve

Gesù non impone la sua regalità, ma con dolcezza suscita continuamente nel tuo cuore il desiderio di appartenere al Suo Regno, di vivere per l’eternità ricolmo del suo amore e della sua pace.


Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube

Articolo precedentedon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 21 Novembre 2021
Articolo successivoDon Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 21 Novembre 2021