don Luigi Maria Epicoco – Commento al Vangelo del 2 Settembre 2020 – Lc 4, 38-44

355

Gesù insegna nelle Sinagoghe, ma non rimane chiuso lì. È un errore pensare che Gesù abbia a che fare solo con il sacro. Anzi, tutta l’esperienza cristiana nasce proprio come la trasgressione di Dio dal sacro. Dio è ovunque, e può entrare anche nella mia casa. È il caso del racconto del Vangelo di oggi: “Uscito dalla sinagoga entrò nella casa di Simone.

La suocera di Simone era in preda a una grande febbre e lo pregarono per lei. Chinatosi su di lei, intimò alla febbre, e la febbre la lasciò. Levatasi all’istante, la donna cominciò a servirli”. In due versetti sono racchiusi una serie di miracoli. Il primo, come dicevamo, è il miracolo di Gesù che entra nella quotidianità di una famiglia varcando la soglia di casa. Il secondo miracolo è la fede con cui raccontano a Gesù della sofferenza di una donna, la suocera di Pietro.

La preghiera è innanzitutto il miracolo di raccontare/affidare a Dio la sofferenza di chi amiamo, di chi incrociamo, di chi è accanto a noi. Sicuramente Dio non ha bisogno di noi per accorgersi di quelle persone, ma ama lasciare che ce ne accorgiamo e che facciamo qualcosa. Poi ancora un altro miracolo, Gesù che si china su di lei. È il miracolo della prossimità con cui Gesù ama costruire le relazioni. Nel dolore, nella sofferenza, nella prova, se si ha la pazienza di guardarci dentro ci si accorge di come proprio in quei momenti di infinita debolezza, Dio è davvero intimo con noi. Poi l’intimità diventa intimazione: comanda alla febbre e la febbre lascia quella donna.

È il miracolo classico a cui siamo abituati, cioè la grazia attraverso cui vediamo che una situazione complessa trova la sua risoluzione proprio grazie a Dio. Ma non vanno trascurati anche tutti gli altri miracoli latenti enunciati prima. Anzi, oggi dovremmo forse prendere l’impegno di accorgerci di tutti i piccoli miracoli con cui Dio costella il nostro tempo e la nostra giornata. Unico accorgimento è cercare di non volerlo trattenere, magari in una sensazione positiva o in un pensiero geniale. Dio è tale proprio perché non si può imprigionare.


AUTORE: don Luigi Maria Epicoco
PAGINA FACEBOOK
FONTE: Amen – La Parola che salva

AMEN ti offre in un unico volume giorno per giorno:

  • i testi della Santa Messa e la Liturgia delle Ore: Lodi Mattutine, Vespri e Compieta
  • il commento di Papa Francesco alle letture
  • meditazioni a cura di don Luigi Maria Epicoco e don Claudio Doglio
  • le Preghiere del cristiano, il Rosario, la Coroncina della Divina Misericordia e tante altre preghiere
  • il calendario liturgico

Pratico formato (cm. 11,5 x 14,4): 640 pagine – testo a caratteri grandi, ben leggibile.

ABBONATI A 12 MESI (12 NUMERI) A 34,90€
Prezzo verificato a maggio 2020