don Ivan Licinio – Commento al Vangelo del 29 Luglio 2020

145

«Mentre erano in cammino, Gesù entrò in un villaggio e una donna, di nome Marta, lo ospitò…».

Marta e Maria, sono le due dimensioni essenziali alla vita di fede, i due binari su cui corre la vita del discepolo: la preghiera e l’azione. Non esiste una preghiera che non sfoci nel servizio. E la carità rischia di inaridirsi se non attinge forza dal rapporto intimo col Signore nella preghiera e nella meditazione.

Oggi vogliamo ricordare ed apprezzare le tante persone che, come Marta, davanti ai problemi si rimboccano le maniche, che praticano la propria fede con lo spazzolone e il martello in mano, sempre pronte ad essere disponibili in parrocchia quando si tratta di sudare, magari dietro le quinte.

Allo stesso modo, un pensiero va a tutte quelle persone che non fanno mancare la loro preghiera nella Chiesa, nonostante la malattia, l’età avanzata e le varie difficoltà della vita.
Chiediamo al Signore di donarci sempre le mani operose di Marta e il cuore contemplativo di Maria.

Buon cammino, insieme.


Fonte: don Ivan Licinio su Facebook