don Ivan Licinio – Commento al Vangelo del 18 Ottobre 2021

110

«Vi mando come agnelli in mezzo a lupi».

SAN LUCA EVANGELISTA

San Luca, che oggi festeggiamo, lo conosciamo bene ma corriamo il rischio, con lui così come con tutti i santi, di metterlo dentro una nicchia e di lasciarcelo! Abituati a leggerlo e a sentirlo proclamato nelle liturgie, ci scordiamo il fatto che Luca è stato una persona reale, che ha vissuto le sue emozioni, i suoi sentimenti, i suoi fallimenti, la ricerca interiore con passione e forza.

Luca aveva un carattere, una storia, una famiglia, dei sogni e, ad un certo punto, ad Antiochia ha incontrato Saulo di Tarso che parlava di un ebreo vissuto a Gerusalemme che predicava il vero volto di Dio. Non sappiamo come sia andata ma dalle pagine del suo vangelo emerge chiaramente lo stato d’animo e il temperamento del grande Luca.

Abituato ad un cielo abitato da rissose divinità pagane, Luca deve essere rimasto profondamente colpito e ammirato dal volto misericordioso e compassionevole del Dio predicato da Gesù. Tanto che questa misericordia emerge in tutto il suo splendido vangelo. A testimonianza che ognuno di noi può essere con la sua vita un vangelo, cioè la buona notizia di Dio per gli altri.

Buon cammino, insieme.


Fonte: il sito di don Ivan Licinio oppure la sua pagina Facebook oppure il canale Telegram

Articolo precedentedon Antonio Savone – Commento al Vangelo del 18 Ottobre 2021
Articolo successivoVangelo Daily – Lettura e Commento al Vangelo del 18 Ottobre 2021