Uomini e Profeti: Leggere la Bibbia – Secondo Libro dei Re cap. 1-5

739

Il mantello su Eliseo – con Enzo Bianchi

domenica 5 giugno 2011

Il profeta Elia, caratterizzato da gesti clamorosi, da atteggiamenti contraddittori, non ha una fine ordinaria: viene “rapito in cielo” dal Signore,  su un carro di fuoco trainato da cavalli di fuoco. Ma prima di andarsene compie un gesto carico di significato per la vita spirituale di tutti i tempi: getta il suo mantello su Eliseo, profeta a sua volta, che così ne raccoglie l’eredità. Ad indicare che quando una esistenza finisce altre raccolgono il suo frutto, e ad indicare che nella catena delle generazioni nessuno è solo. Il secondo Libro dei Re procede poi con una serie di racconti che narrano i miracoli compiuti da Eliseo. Molti di quei gesti verranno poi ripetuti da Gesù di Nazareth. Come dobbiamo leggere questa ripetizione? Come una reinterpretazione? Ne parliamo con Enzo Bianchi, priore della Comunità di Bose, al quale chiediamo anche di condurci nella complessa storia della decadenza dei re di Israele e di Giuda, che, come vedremo, porterà alla catastrofe.

[powerpress]

Mirror per il file mp3 (in caso di mancato funzionamento del podcast RAI)