Uomini e Profeti: Leggere la Bibbia – Primo Libro di Samuele cap. 4-8

629

Monarchia rapace – con Moni Ovadia

Moni Ovadia Domenica 13 marzo 2011

È possibile una monarchia che non sia rapace? Che non espropri il popolo dei suoi beni, della sua libertà, del suo lavoro? Questo si chiede il capitolo 8 del I Libro di Samuele, quando, interpretando evidentemente le tensioni esistenti tra le tribù di Israele nell’XI secolo a. e. v., viene meno l’antica fiducia tribale nella guida di un Dio che salva e si afferma la nuova ideologia della monarchia, che è il sistema che hanno “tutte le altre nazioni”. Samuele si fa portavoce presso il Signore delle richieste del suo popolo di avere un re, e il Signore, dopo averli avvertiti dei pericoli a cui andranno incontro, a malincuore lo concede.Ma il tema della monarchia evidentemente comporta interrogativi che interpellano anche oggi le comunità religiose: può una comunità religiosa costruire la sua forza “come tutte le nazioni”? Quali pericoli si annidano nel nesso tra fede e potere? A parlarne per noi sarà Moni Ovadia, appassionato interprete della Bibbia e della sua tradizione, con la libertà e l’ironia che lo caratterizzano. Prima però di arrivare alla richiesta della monarchia vi sono altri capitoli, con racconti molto movimentati che comportano però interessanti riflessioni politiche e teologiche.

[powerpress]

Mirror per il file mp3 (in caso di mancato funzionamento del podcast RAI)