Uomini e Profeti: Leggere la Bibbia – Libro di Giosuè capitoli 1-12

1015

La conquista della terra – con Flavio Dalla Vecchia

Domenica 30 gennaio 2011

Terminati i cinque libri del Pentateuco, un nuovo capitolo della nostra lettura della Bibbia. Il Libro di Giosuè. In un certo senso il libro di Giosuè fa ancora parte del corpo di libri precedente – tanto che si è parlato di un “esateuco”, come se Giosuè fosse una necessaria appendice a tutto ciò che precede la conquista di Canaan. In ogni caso,  il libro di Giosuè narra una tappa fondamentale nella storia dell’antico Israele, in cui finalmente gli ebrei non sono più schiavi come sono stati in Egitto, non più profughi, non più erranti nel deserto, non più nomadi. Ma finalmente stanziali. Ma questa stanzialità conquistata non sarà senza problemi, senza drammi, senza tragedia.  Questa storia dell’antico Israele, e di tutti i popoli che hanno partecipato di quei sommovimenti è una storia faticosa, dura, aspra, piena di speranze e di delusioni, di fedeltà e di tradimenti. Per questo, forse, è una storia ancora mai finita, e per questo forse è una storia che ancora tutti ci coinvolge.
A parlarne con noi, Flavio Dalla Vecchia, docente di Sacra Scrittura presso lo Studio Teologico Paolo VI di Brescia e docente di lingua e letteratura ebraica presso l’Università Cattolica di Milano.

 

[powerpress]

Mirror per il file mp3 (in caso di mancato funzionamento del podcast RAI)