Mons. Santo Marcianò: Preghiera nel tempo della pandemia

481

Dio Padre, Tu che crei la vita e non la morte,

ascolta la supplica accorata e fiduciosa

che, insieme, rivolgiamo a Te.

Libera le nostre famiglie, l’Italia, il mondo intero,

dalla terribile pandemia che ci ha colpito

e unisce l’umanità in un unico grido di dolore.

Proteggi tutti i militari che sono a nostro servizio

negli ospedali, nelle strade, nei mezzi di trasporto,

nelle centrali operative, nelle missioni di pace,

nei luoghi dove si studia e si decide.

Cristo Gesù, Tu che sei la Vita,

scendi dalla Croce sulla quale ti sei donato per noi,

e poggiati sulle croci di tanti fratelli e sorelle,

disseminate sulla via del Calvario,

e illuminale con le speranza della Pasqua.

Spirito Santo, che infondi vita in chi tocchi,

sii, per ciascuno, una carezza d’amore:

che non lascia fino alla fine chi muore da solo

e consola chi rimane solo senza i propri cari;

che illumina l’intelletto di chi ricerca

e assicura il consiglio a chi governa;

che infonde fortezza a chi è nella malattia

e invade di pietà chi cura e assiste;

che dilata con la scienza d’amore il cuore dei pastori

e dona a noi la sapienza di riscoprire l’essenziale,

per saper chinarci sul prossimo e volgere lo sguardo a Dio.

E Tu, Maria, Madre della Vita,

assieme a Giuseppe e ai nostri Santi Patroni,

custodisci tutti sotto il Tuo Manto, finché sia passato il pericolo

e possiamo cantare, con Te e come Te,

il Magnificat della gratitudine, della gioia, della lode.

E così sia!

Mons. Santo Marcianò, Arcivescovo Ordinario Militare per l’Italia

Fonte