Mons. Gianfranco Ravasi e La leggenda del Grande Inquisitore

821

La leggenda del Grande Inquisitore è un romanzo nel romanzo all’interno del capolavoro di Fëdor Dostoevskij, «I fratelli Karamazov»:

un giorno, a Siviglia, ai tempi in cui più incrudelisce la Santa Inquisizione, Gesù torna sulla Terra per vedere che ne è stato del suo divino messaggio di pace e di amore fra gli esseri umani. Una folla si forma intorno a lui; egli la ammaestra, la consola, opera delle guarigioni miracolose: ben presto la voce si sparge. In quel momento sopraggiunge il Grande Inquisitore, un vecchio di quasi novant’anni, magro, ascetico e temutissimo. In un attimo la folla si disperde e le guardie afferrano Gesù, portandolo nelle carceri, in attesa di essere bruciato sul rogo, l’indomani, come eretico…

Presentato al pubblico come lettura teatrale, l’evento è  accompagnato da un commento di Mons. Gianfranco Ravasi, Presidente del Pontificio Consiglio per la Cultura.

[via]