Credere ancora? La fede secondo Benedetto XVI

117
Credere ancoraL’agile volumetto, che esce ad apertura dell’Anno della Fede proclamato da Benedetto XVI, offre risposte alle grandi domande su perché e come credere: preziosa occasione per tornare all’essenziale del credere e dell’annuncio cristiano, con la rassicurante guida di un Papa che ha fatto dell’essenzialità l’inconfondibile carattere del suo magistero e del pontificato.
Il percorso seguito dal libro parte dall’umana sete di infinto che ispira ogni esperienza religiosa, si imbatte nel rivoluzionario avvenimento cristiano dell’Incarnazione, affronta la cruciale e sempre attuale domanda chi è Gesù di Nazareth, non trascura neppure lo scoglio contro cui cozza inesorabile ogni apologia del cristianesimo: l’istituzione e la missione della Chiesa e le ombre dei suoi duemila anni di storia che fan dire oggi a tanti uomini e donne “Gesù sì, Chiesa no”.
Il risultato è un libro che incrocia analisi del vissuto religioso dell’uomo di oggi e riflessione attorno alle immutabili dinamiche della ricerca e dell’atto di fede. 
Pagine che con piglio accattivante e linguaggio accessibile anche a non addetti ai lavori ragionano di fede, bellezza, santità, infinito, verità, destino, cuore, inquietudine, gioia, razionalità ed irrazionale, individuo e comunità, trionfalismo ed umiltà, rivoluzione e conversione, parola e silenzio di Dio, crisi e riforme della Chiesa. 
Con l’obiettivo non nascosto di presentare come attuale, ancora due millenni dopo, labuona novella del Dio fatto uomo e come plausibile e conveniente l’opzione di “vivere come se Dio esistesse e fosse la realtà decisiva della mia esistenza”.
Un libro che vede la luce con un debito incolmabile di ispirazione e di conoscenza allo Joseph Ratzinger teologo e intellettuale di ieri e Pontefice di oggi. A lui appartengono le citazioni e i virgolettati innumerevoli che forniscono all’opera la sua intima e vera ossatura. Dalla sua testimonianza di timoniere forte e sicuro della barca di Pietro, l’autore ha tratto pure la certezza che ne ha sostenuto la fatica: vale a dire che “fede e preghiera sono potenze che possono influire nella storia”, e il cristianesimo “si mostra sempre fresco e nuovo, se la domanda viene dal profondo”. 

L’autore

Paolo Fucili, nato a Fano nel 1971, laureato in lettere classiche, giornalista professionista, lavora dal 1999 a TV2000. Dal Giubileo dell’anno santo 2000 segue le attività del Papa e la vita della Chiesa a Roma, in Italia e all’estero. E’ vaticanista accreditato presso la Sala Stampa della Santa Sede. Ha pubblicato nel 2007 Effetto Benedetto. Papa Ratzinger in quaranta parole (ed. Effatà, insieme a Leonardo Possati) e nel 2012 Giovani Cristo vi chiama. Giovani e fede nel terzo millennio (ed. Rogate). 

Acquista il libro su IBS

Acquista il libro su Libreria del Santo