Liberaci dal Male, riflessioni del Magistero sull’esorcismo

423

Secondo l’associazione “Telefono Antiplagio”, sono dieci milioni gli italiani che nel 2000 hanno fatto ricorso a pratiche esoteriche e occulte per risolvere problemi di salute, di amore e di affari. Ma nella pastorale ordinaria diocesana “il ministro ordinato spesso è indifferente e spinge le persone, anche se inconsciamente, a ricorrere ai maghi e a pratiche dell’occulto che sono strumenti privilegiati dell’azione del demonio” (P.R. Dagnon, Rapporti tra gli esorcisti e l’ordinaria pastorale diocesana, relazione svolta presso il Convegno Internazionale Esorcisti a Collevalenza 10-15 luglio 2000). Padre Gabriele Amorth nl suo libro “Nuovi racconti di un esorcista”, Roma 1996, p. 216 afferma: “Sono anche uscite statistiche significative e tremende, riguardo ai teologi italiani…Un terzo dei teologi non crede all’esistenza di Satana; due terzi ci crede in teoria, ma non crede alla sua azione pratica e si rifiuta di tenerne conto nella sua attività pastorale.

Continua sul sito GRIS Imola