Come funziona davvero la Bibbia

81

- Pubblicità -

Il libro dimostra che non c’è un solo modo di leggere la Bibbia. Scrollandoci dalla falsa idea che «essere giusti» sia la vera misura della fede, l’approccio liberante di Enns agli studi biblici aiuta a concentrarci piuttosto nel cercare l’illuminazione e costruire la nostra relazione con Dio, che è esattamente ciò per cui la Bibbia esiste.

La Bibbia, mi sembra, non è mai stata pensata per funzionare come un manuale di istruzioni punto per punto. Piuttosto, si propone a noi come un invito ad esplorare. O meglio, la Bibbia, semplicemente per il suo essere antica, ambigua ed eterogenea, ci distoglie dal semplice percorso di aspettarci da essa risposte chiare e ci guida verso una ricerca più sottile, interessante e soprattutto sacra.
Questa ricerca si riassume in un’idea biblica bella, profonda, troppo spesso non considerata, ma assolutamente centrale e liberatoria, che dà forma a tutto ciò che intendo dire in questo libro: la saggezza. Guidarci verso la saggezza, scalciando e urlando se necessario: questo è lo scopo della Bibbia.
Peter Enns

La Prefazione di Gian Luca Carrega

Con uno stile leggero, al limite dell’impertinente, Peter Enns ci accompagna in questo viaggio avventuroso alla riscoperta della Bibbia. La domanda di fondo che lo muove è: si può immaginare Dio in un modo diverso da come ce lo hanno presentato queste pagine sacre? La risposta è che non solo si può, ma si deve, perché questo è esattamente ciò che hanno fatto gli scrittori biblici rispetto a quelli che li avevano preceduti. Ogni epoca richiede una faticosa ridefinizione di chi sia Dio e di cosa dice alle nostre vite.

Peter Enns è uno studioso molto serio che ha scritto commentari, contribuito a dizionari, elaborato saggi sulla questione spinosa dell’ispirazione biblica. In queste pagine si cimenta col problema non meno serio di come ragionano gli scrittori biblici, ma lo fa con un tono frizzante e accessibile anche ai non addetti ai lavori. Ciò non toglie che si tratti di un punto essenziale per i credenti di oggi: come conciliare il Dio del piccolo popolo di Israele con il creatore di tutta la terra e di quanto essa contiene?

Le acquisizioni della tecnica e le grandi scoperte scienti”che impongono continui ripensamenti del volto di Dio che emerge dalle pagine di un testo lontano diversi secoli da noi e dal nostro modo di pensare. C’è un’alternativa al fondamentalismo biblico, secondo cui la Bibbia ha sempre ragione? Enns risponde in una maniera brillante, conseguenza di una lettura assidua della Scrittura: i problemi che ci poniamo in maniera drammatica in un’epoca di profondi cambia- 8 Come funziona davvero la Bibbia menti culturali erano già stati avvertiti dagli spiriti più sensibili all’interno della Bibbia stessa.

Un libro composto nell’arco di quasi mille anni non può che essere il frutto di continui ripensamenti e rimaneggiamenti che mettono in discussione quanto a!ermato precedentemente. La comprensione del volto di Dio è l’oggetto di una s”da interminabile che coinvolge ogni nuova generazione che si a!accia a questo mondo. Non si tratta, certo, di archiviare le visioni precedenti considerandole irrimediabilmente superate, ma di saper cogliere quali aspetti della rivelazione hanno un valore permanente e quali possono (e devono) essere ricompresi alla luce della crescita umana.

Il cantiere entro cui siamo invitati a entrare potrebbe non avere mai “ne, ma è il prezzo da pagare quando si sceglie di costruire una cattedrale e non limitarsi a una cappellina.

ACQUISTA IL LIBRO SU
AMAZON | IBS | LA FELTRINELLI | LIBRERIA DEL SANTO| EFFATA’