Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 2 Febbraio 2023

564

Simeone ed Anna sono un uomo ed una donna che dedicano al Signore tutta la loro esistenza. Simeone un uomo giusto e pio, Anna, una profetessa che fa del Tempio il centro della sua vita. Nonostante la loro età avanzata, non perdono la speranza. Grazie alla loro fede incrollabile riescono a riconoscere la “Consolazione di Israele” nel piccolo corpo umile e indifeso di un bambino in braccio alla sua mamma.

Riconoscono la presenza di Dio lì dove gli altri passanti non vedevano nulla di particolarmente interessante. Il Signore del resto fa così: non arriva in pompa magna (queste cose le fanno gli uomini), bensì si presenta a noi in punta di piedi, quando meno ce l’aspettiamo e quasi chiedendo “permesso”.

E noi, a causa del nostro atteggiamento superficiale ed incostante, facciamo fatica a riconoscerlo. La nostra vista è resa opaca da mille altre preoccupazioni che ci allontanano dall’essenziale. Signore donaci la fede e la forza di Anna e Simeone, affinché possiamo sempre sentire il profumo della tua presenza in mezzo a noi.

- Pubblicità -

Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale!