Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 17 Ottobre 2023

206

Un pranzo davvero teso eh?! Nemmeno i pranzi di Natale con la famiglia sono così, quando non si può parlare di calcio, di politica per evitare di far innervosire qualcuno. Ma il Signore non si lascia intimorire e ci va giù pensante.

Che poi è davvero sconvolgente che nel Suo volver stare con noi, nel voler condividere il Suo tempo con noi, nel voler incontrare noi, viene e assume le nostre impurità, i nostri casini, i nostri disordini, nelle nostre meschinità, tutto ciò che ci separa da ciò che siamo realmente, tutto ciò che ci separa da Lui, tutto ciò che ci separa dalla nostra autentica bellezza.

Che poi c’è da chiedersi: ma come mai questo fariseo ha invitato il Signore a pranzo?! Non lo sappiamo, però forse basta anche solo un “invito a pranzo” con il Signore. Anzi, basta lasciargli giusto un po’ la porta di casa aperta per farLo entrare, per lasciarci sconvolgere, per lasciarci invitare a cambiamenti radicali della nostra vita.

Cambiamenti da costruire con pazienza nel quotidiano e che ci renderanno sempre di più liberi di lasciarci amare, liberi di lasciare entrare definitivamente il Signore nella nostra vita.

Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale!