don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 20 Luglio 2023

247

“Io vi darò ristoro”

Chi ha provato il ristoro offerto da Gesù, cambia il modo di vedere i ristori che offre il mondo. Il ristoro di Gesù arriva ad una profondità dell’animo che nessun altro ristoro prodotto dall’uomo può raggiungere. E la differenza più importante è che è un dono gratuito. Sai che quell’esperienza di pace e di benessere interiore non è dipesa da te, ma ti ha raggiunto.

Il ristoro umano invece lo cerchi, lo compri, ne conosci l’effetto e sai che è di breve durata. È sufficiente cambiare luogo o persone e tutto svanisce. Il ristoro di Dio è durevole, ti accompagna in luoghi e situazioni diverse, anzi ti permette proprio di abitare quelle situazioni conflittuali e difficili. E poi non puoi controllarlo, perché appartiene a Dio.

- Pubblicità -

Non puoi comprarlo, o diventarne padrone. Devi imparare a chiederlo, ad andare da Gesù per ottenerlo, a metterti in relazione con Lui. A volte è sufficiente un attimo, un pensiero rivolto verso Dio per ricevere il suo ristoro. Altre volte è necessario un tempo prolungato di preghiera e di meditazione. Dipende dal genere di preoccupazioni o da quanto siamo già in comunione con Dio.

Ma la cosa importante è che il Signore, in qualunque modo ti concede il suo ristoro, è sempre disposto a dartelo. Perché ti ama e vuole il tuo bene. E tu vuoi il tuo bene? Allora vai da Gesù per avere il suo ristoro.

In breve

Ti vuoi davvero bene? Allora non puoi non cercare ciò che dà ristoro in profondità al tuo cuore. Il ristoro che ti offre Gesù è l’unico che dona una pace e un benessere soprannaturale.

Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube