don Massimiliano Scalici – Commento al Vangelo del 29 Ottobre 2023

271

I due comandamenti gemelli

Gesù ha portato all’estremo il comandamento rivelato e consegnato da Dio a Mosè, giacché ha amato il prossimo non come se stesso, ma dimenticando se stesso. Egli ha amato gli uomini come amava Dio, il Padre suo. Per Gesù Dio e il prossimo non sono opposti, né separati, ma formano un tutt’uno.

Così Gesù Cristo compie nella sua persona la sintesi dai due comandamenti, al punto da poter affermare che “il secondo comandamento è simile al primo”, è cioè l’omologo del primo. Conoscere Cristo è fare esperienza di un amore nuovo che rende capaci di amare non solo Dio con tutto se stessi, ma di amare anche il prossimo così.

Sì, Incontrare Gesù è diventare santi, è fare cose da santi, è compiere le azioni stesse di Dio. Fuori da questo incontro è impossibile amare Dio e il prossimo. Al contrario, si diventa idolatri, si adora se stessi, si ama solo se stessi.

don Massimiliano Scalici