don Ivan Licinio – Commento al Vangelo del 26 Marzo 2023

474

Ci avviciniamo ormai alla Settimana Santa ed è tempo di fare un bilancio di questa Quaresima.

Vi è un nesso e una progressione nei grandi testi di Giovanni proposti in queste ultime domeniche. Dopo averci parlato del dono di Dio (l’acqua viva offerta alla Samaritana), Gesù, Luce vera, ha aperto gli occhi al cieco nato. Questi gesti simbolici annunciano il battesimo, vale a dire la rinascita nell’acqua e nello Spirito. Oggi, nell’episodio della resurrezione di Lazzaro, un’altra azione simbolica ci parla della grazia che scaturisce dal battesimo, ossia una vita nuova.

Fra le moltissime considerazioni possibili, in questo breve commento vorrei soffermarmi sul pianto di Gesù accanto alla tomba dell’amico Lazzaro. Se sapeva che gli avrebbe ridonato la vita, perché piangere?

- Pubblicità -

Le sue lacrime, pur realissime, hanno esse stesse valore di simbolo. È infatti tutta la miseria umana, che culmina nel fenomeno della morte corporea, a strappare a Gesù lacrime di compassione.

Gesù piange non è solo una frase da dire ai bambini quando non vogliono mangiare ma una realtà che ci fa apprezzare la capacità di Dio di compenetrarsi con la sofferenza e l’angoscia di ogni uomo.

Gesù piange come piangiamo noi e le lacrime diventano la preghiera più autentica, proprio come i bambini che piangono quando cercano attenzione o quando vogliono essere presi in braccio e sollevarsi da terra.

Tuttavia, le lacrime di Gesù non inteneriranno i suoi persecutori. La risurrezione di Lazzaro provocherà direttamente la condanna a morte di Gesù, che strappa gli altri alla morte proprio a prezzo della sua stessa morte.

L’amore è dono. In Gesù vince l’amore, perché egli non salva se stesso ma muore per noi.

Infatti l’amore, per vincere, deve saper perdere: questa è la legge fondamentale del cristiano.

Non possiamo ottenere qualcosa di bene per gli altri senza perdere noi stessi, nell’amore.

Buon cammino quaresimale, insieme.


Fonte: don Ivan Licinio oppure il canale Telegram