don Guido Gallese – Corso di Etica – Conoscenza e Scienza (liv 1 – epist 1)

677

Conoscenza

Due tipi di conoscenza: sensibile e razionale.

La conoscenza sensibileparticolare, veloce, non conscia, non controllabile dalla realtàLa conoscenza razionaleuniversale, lenta, conscia, comandabile dalla volontà.

Es.: il riconoscere (sensibile), il descrivere (razionale).

Scienza

Definizione di Aristotele, riportata da S. Tommaso: cognitio certa per causas, conoscenza certa attraverso le cause.

Cognitio

la scienza è una forma di conoscenza. E fin qui credo che siamo tutti d’accordo

Certa

è una conoscenza sicura, non solo probabile: è oggettiva, valida per tutti e non una semplice opinione.

Per causas

conosco attraverso le cause. Cioè risalgo alle cause delle cose che studio e lo faccio in virtù del principio di causa ed effetto, senza del quale non si dà scienza: infatti dato un certo fenomeno cerca di capire quali sono le cause che danno come effetto quel fenomeno, solo quello ed invariabilmente quello. Il determinismo, per cui data una certa situazione di cause si ottiene invariabilmente quell’effetto, è la conditio sine qua non per fare scienza.