don Fulvio Capitani – Commento al Vangelo del 8 Ottobre 2023

404

II Regno di Dio, una vigna piena di frutti da condividere generosamente

«Io vi dico: a voi sarà tolto il regno di Dio e sarà dato a un popolo che ne produca i frutti».

La parabola tragica dei vignaioli omicidi non si conclude con una vendetta, da parte del padrone della vigna, ma dà conto della sua non rassegnazione. Non si rassegna di fronte al rifiuto e alla piccineria umana che, nel vasto giardino e nella ricca vigna della vita, afferra tutti i loro frutti, con ingordigia.

Piccineria e ingordigia che chiude alla vita e si esprime con la violenza. Gesù si è scontrato con esse, e ha subito il rifiuto da parte di coloro che avrebbero dovuto accoglierlo e così aprire sé stessi e il popolo ai frutti abbondanti che Dio cercava con la venuta di suo Figlio, Gesù.

Egli che è stato scartato e ucciso, il Padre, non si rassegna e lo pone, con la resurrezione, come pietra che dà inizio alla nuova edificazione del Regno di Dio, vigna piena di frutti da condividere generosamente da parte di chi ieri come oggi saprà non chiudersi nella logica del proprio interesse e del proprio profitto.

Commento a cura di don Fulvio Capitani

Parroco di San Jacopo in Polverosa (Firenze)
Assistente della Sottozezione Unitalsi di Firenze Centro
Assistente Ecclesiatico Comunità Toscana Foulards Blancs