don Fulvio Capitani – Commento al Vangelo del 15 Ottobre 2023

182

Dio ha trovato noi, al crocicchio della vita, e ci dona la veste per andare alla festa.

Ecco, ho preparato il mio pranzo; i miei buoi e gli animali ingrassati sono già uccisi e tutto è pronto; venite alle nozze!.

Il regno di Dio è un pranzo di nozze, è la festa dell’unione di Dio con il suo popolo. E il Figlio lo sposo e da parte di Dio che tutto è pronto. Ma quelli che da tempo avevano ricevuto l’invito, nei fatti rispondono che hanno di meglio da fare: concentrarsi su quello che possiedono, su quello che possono possedere di più.

È il rifiuto dell’invito e un rifiuto di chi è latore di tale invito. Un rifiuto tragico e violento: la festa si trasforma in una tragedia (la tragedia del nostro modo di vivere e scegliere), in definitiva un rifiuto di Dio stesso.

Dio però vuole comunque che il suo regno sia una festa di nozze e non un funerale. Invita così tutti gli scartati e i rifiutati a sedersi al banchetto di nozze, li manda a cercare ovunque si trovino, buoni o cattivi.

Ha trovato me e te, al crocicchio della vita, dove si incrociano la sua e la nostra croce: ci apre con la sua resurrezione la porta del banchetto e ci fa vestire la veste nuziale, accogliamola e vestiamola con umile gioia e riconoscenza.

Commento a cura di don Fulvio Capitani

Parroco di San Jacopo in Polverosa (Firenze)
Assistente della Sottozezione Unitalsi di Firenze Centro
Assistente Ecclesiatico Comunità Toscana Foulards Blancs