don Domenico Bruno – Commento al Vangelo del 20 Settembre 2022

240

Sento spesso dire da atei, animalisti o politici che non praticano la fede che Dio accoglie tutti e che tutti siamo suoi figli. Un modo per giustificare qualche idea personale.

Questo mi fa sorridere se penso che i primi a invocare Dio siano proprio i non praticanti. Poi mi trovo spesso a discutere con cattolici praticanti su questioni morali o sulla giusta interpretazione della Sacra Scrittura. Abbiamo fatto della fede una questione ideologica.

Gesù non offre idee astratte, ma concrete realtà, ci insegna a vivere la vita in modo coerente e pratico, perché è Lui il Signore della vita e conosce le regole del gioco perché non ci andiamo a perdere, ma possiamo vincere come Lui ha vinto la morte!

Non basta conoscere la Scrittura o avere qualche parola di Dio in bocca, non basta essere educati e pacifisti o andare a qualche messa di precetto. Aver fede significa appartenere a Dio, cioè imitarlo nell’amore, mettere in pratica i suoi insegnamenti.

  • E tu come ti stai giocando la vita?

 

Fonte: il blog di don Domenico | Unisciti al suo canale Telegram @annunciatedaitetti oppure clicca QUI |Visita anche il suo canale YOUTUBE