don Domenico Bruno – Commento al Vangelo del 1 Ottobre 2022

214

La gioia invade i discepoli che tornano da Gesù dopo aver guarito nel suo nome. Non sono loro ad averlo fatto ma lo Spirito di Dio in loro.

Lo stesso Spirito invade Gesù che pieno di gioia inizia a lodare il Padre che opera attraverso lo Spirito nel Figlio e in coloro che sono vicino al Figlio.

Spesso ci lamentiamo che la Chiesa non ci faccia vedere il volto bello di Cristo. Ci lamentiamo con la Chiesa istituzione perché non fa quello che vorremmo noi. Ma riflettiamoci: potrebbe essere che sia lo Spirito ad agire in certo modo in coloro che il Signore ha voluto vicino a sé nel governo temporale e spirituale dell’istituzione Chiesa.

A questo punto dovremmo ricordarci che anche noi facciamo parte della Chiesa, non istituzione, ma sacramento. Gesù ha istituito il sacramento della Chiesa, cioè un segno visibile della sua presenza invisibile ma concreta. E questa concretezza si deve poter vedere non solo attraverso chi governa l’istituzione, ma anche attraverso i battezzati che fanno parte di quel sacramento.

Siamo noi il segno visibile di quella realtà che non vediamo. 

  • Che genere di testimonianza la tua presenza sta rendendo a Dio?

Fonte: il blog di don Domenico | Unisciti al suo canale Telegram @annunciatedaitetti oppure clicca QUI |Visita anche il suo canale YOUTUBE