Commento al Vangelo – Domenica 18 luglio 2010 – Bellanotizia

512

Questa è una rielaborazione audio/video sulle letture della Messa di: DOMENICA 18 luglio 2010 – XVI DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (Anno C) a cura di Antonio Di Lieto. Il titolo della Messa, che unifica tutte le letture, secondo l’autore è: Baciàti dalle sue parole !

Scarica il file mp3 (zippato)

[stream provider=youtube flv=http%3A//www.youtube.com/watch%3Fv%3D91c_sUE-rl0%26feature%3Dyoutube_gdata img=x:/img.youtube.com/vi/91c_sUE-rl0/0.jpg embed=true share=true width=560 height=360 dock=true controlbar=over bandwidth=med autostart=false /]

 

Commento alle Letture

PRIMA LETTURA (dal libro della Gènesi 18,1-10a)

Ecco come un giorno il Signore apparve ad Abramo, mentre era seduto all’entrata della sua tenda: sotto le Querce di Màmre, a prendere un po’ di fresco nell’ora più calda della giornata. Ad un tratto Abramo alzò gli occhi e vide tre forestieri stanchi ed affamati, passare a piedi davanti a lui. Subito corse verso di loro, fermò uno di essi ed inchinatoglisi davanti gli disse: “Ti prego signore, accetta la mia ospitalità. Accomodatevi sotto quest’albero, mentre io vado a prendere dell’acqua e del cibo per voi. Prima rifocillatevi: e poi continuerete il vostro viaggio. Venite, LA PORTA della mia casa è APERTA: ed Io sono qui per servirvi!”. Quelli fecero cenno di sì: ed accettarono l’invito con gioia.

Allora Abramo entrò in fretta nella tenda e disse alla moglie Sara: “Presto, impasta della farina: e fai delle focacce belle calde!”. Poi andò di persona a prendere il vitello più tenero che aveva, lo fece cucinare con panna e latte fresco: e lo portò ai suoi ospiti. E mentre quelli mangiavano all’ombra dell’albero, lui stava ritto in piedi: pronto a servirli. Alla fine del pranzo uno degli ospiti (che in realtà era il Signore in persona!) gli chiese: “Dov’è tua moglie Sara?”. Abramo rispose: “E’ lì: dentro la tenda!”. Disse allora il Signore: “L’anno prossimo tornerò: e ti prometto che la tua anziana moglie – che tutti dicono essere sterile – ti avrà già dato un bambino!”. E così avvenne. Perché chi accoglie i fratelli accoglie il Signore: chi APRE LA PORTA al prossimo, APRE IL CUORE di Dio !

SALMO RESPONSORIALE (Salmo 14,1-5)

Chi APRE IL suo CUORE al Signore, un giorno APRIRA’ LA PORTA del Paradiso. Chi abiterà infatti, nella casa di Dio? Chi cammina onestamente: e pratica la giustizia. Chi dice la verità che ha nel cuore: senza disprezzare o calunniare nessuno. Chi non danneggia il suo prossimo: nè lancia insulti contro il suo vicino. Chi imita quelli che amano il Signore: e non i malvagi. Chi presta danaro senza fare usura: e non accetta soldi per far andare in galera un innocente. Chi agisce in questo modo, vivrà sempre saldo e sereno, perché ha saputo amare Dio ed i fratelli: vivendo col CUORE APERTO !

SECONDA LETTURA (dalla lettera di Paolo ai cristiani di Colòsse 1,24-28)

Carissimi fratelli, sono lieto di sopportare delle sofferenze per voi. In questo modo infatti completo nella mia carne i patimenti di Cristo, felice di sacrificarmi – come ha fatto Lui – per la Sua Chiesa: per quelli che Lui ama come organi del Suo Corpo. Perchè Lui mi ha dato l’onore di essere Suo ministro: portatore e realizzatore della Sua parola. Il messaggio del Signore infatti, nascosto per secoli, ora è stato manifestato. Dio ha voluto far conoscere anche a voi pagani la Sua immensa ricchezza: la speranza e la gloria di Cristo. Sì perché io parlo, insegno, a volte rimprovero, ma lo faccio sempre con un unico scopo: far sì che ogni uomo diventi perfetto, APRENDO il suo CUORE a Cristo !

VANGELO (Luca 10,38-42)

Un giorno mentre Gesù era in cammino, si fermò in un villaggio: ed una donna di nome Marta si offrì di ospitarlo, APRENDOGLI LA PORTA della sua casa. Con lei abitava anche la sorella, di nome Maria, che si sedette ai piedi di Gesù: ascoltandolo a bocca aperta. Marta invece, per poterlo ospitare bene, era tutta presa dalle faccende di casa.

Ad un certo punto Marta perse la pazienza e, facendosi avanti, esclamò: “Signore, non t’importa nulla che mia sorella mi ha lasciata sola a lavorare? Sono molti i servizi di casa di cui c’è bisogno: dille di venire a darmi una mano!”.

Ma Gesù le rispose: “Marta, Marta, tu ti affanni e ti agiti troppo, perché vuoi fare troppe cose: ma di una sola cosa c’è veramente bisogno. Tu mi hai APERTO LA PORTA della tua casa e di questo ti ringrazio, ma Maria ha fatto molto di più: mi ha APERTO il suo CUORE !”.

Sul sito http://www.bellanotizia.it puoi scaricare tante altre “bellenotizie”, anche in forma di registrazione-audio e presentazione-video, oltre a diversi miei articoli, scritti, corrispondenze-mail ed ipotesi innovative.
Note: L’autore precisa che, anche se la lettura di queste bellenotizie aiuta a comprendere la prima parte della Messa (Liturgia della Parola), non potrà mai sostituire la seconda parte (Liturgia eucaristica), in cui ci viene data la possibilità di “abbracciare” veramente il Corpo di Cristo.