Commento al Vangelo – Domenica 17 gennaio 2010 – Bellanotizia

305

Questa è una rielaborazione audio/video sulle letture della Messa di: DOMENICA  2010 – II DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (Anno C) a cura di Antonio Di Lieto. Il titolo della Messa, che unifica tutte le letture, secondo l’autore è: Dio si sposa con noi !

[powerpress]

Commento alle Letture

PRIMA LETTURA (dal libro del profeta Isaìa 62,1-5)

Così dice il profeta Isaìa: “Popolo mio, per il tuo bene non starò in silenzio: per amore tuo non mi darò pace! Fino a quando non vedrò sorgere la giustizia del Signore: come il sole che sorge all’alba. Fino a quando non vedrò risplendere la salvezza di Dio: come una lampada che brilla nella notte! Allora tutti i popoli vedranno che il Signore è giusto con il suo popolo: tutti i re della terra riconosceranno la Sua grandezza. Quel giorno saremo chiamati con un nome nuovo, che Dio stesso ci darà. Diranno che siamo una “splendida corona” sulla testa del Signore: un “magnifico gioiello” al Suo dito! Nessuno potrà dire che siamo stati abbandonati: o che Dio ha lasciato che fossimo devastati. Diranno invece che il Signore ci considera la “Sua gioia”, la “Sua delizia”: che dal cielo ci guarda compiaciuto, come lo SPOSO guarda felice la sua SPOSA. Sì, perché come l’uomo ama la sua ragazza, così Dio ama i Suoi figli. Come lo SPOSO gioisce nel vedere la donna che sta per SPOSARE, così Dio dal cielo gioirà: felice di SPOSARSI CON NOI !”.

SALMO RESPONSORIALE (Salmo 95,1-3.7-10)

Annunciate a tutti i popoli, le meraviglie del Signore. Uomini di tutta la terra, cantate a Dio. Cantate a Lui un canto nuovo: benedicendolo sempre. Annunciate giorno dopo giorno la Sua salvezza. Raccontate a tutte le genti la Sua grandezza: a tutti i popoli le Sue meraviglie. Popoli tutti, date gloria a Dio: dategli l’onore che si merita. Inginocchiatevi davanti al Signore, nel Suo tempio santo: tremate d’amore davanti a Lui. Ditelo a tutte le genti: “Il Signore è il re dell’Universo”. Dio ha SPOSATO il mondo e lo sorregge: governando tutti i popoli con giustizia !

SECONDA LETTURA (dalla 1^ lettera di Paolo ai cristiani di Corinto 12,4-11)

Carissimi fratelli, ognuno di noi ha dei doni diversi, ma li abbiamo ricevuti tutti dallo stesso Spirito: quello di Dio. Ognuno di noi svolge un ministero diverso: ma tutti serviamo lo stesso Signore. Ognuno di noi svolge attività diverse: ma attraverso di noi è lo stesso Dio che opera. È lo Spirito Santo allora, che si manifesta in modo particolare in ognuno: e sempre per il bene di tutti. Ad uno infatti concede la saggezza, ad un altro la conoscenza; ad uno la fede, ad un altro il potere di fare miracoli; ad uno il dono di essere “pro-feta” (“porta-voce” di Dio), ad un altro quello di leggere nei cuori; ad uno la capacità di parlare in lingue sconosciute, ad un altro il dono di comprenderle. Ma tutti questi carismi così diversi, è l’unico Spirito che li distribuisce: come ritiene più opportuno. Perché Dio ama l’umanità e l’HA SPOSATA: riempiendola dei Suoi magnifici doni !

VANGELO (Giovanni 2,1-12)

Gesù non aveva compiuto ancora nessun miracolo: finchè un giorno non fu invitato ad una festa di nozze, nella città di Cana. Con lui andò anche Maria, sua madre: ed alcuni discepoli.
Proprio sul più bello della festa, stava per finire il vino. Accortasene subito, Maria disse a Gesù: “Guarda: gli SPOSI hanno finito il vino: il loro matrimonio sta per andare a rotoli!”. Gesù rispose timidamente: “Mi spiace mamma, ma io non ci posso fare niente: non è ancora arrivato il mio momento … “. Ma Maria chiamò ugualmente i camerieri ed, indicandoglielo, disse decisa: “Andate da Lui: vi dirà come fare!”. Gesù li vide arrivare: e capì che non poteva più tirarsi indietro. 
C’erano lì 6 anfore di circa 100 litri l’una, che servivano per i lavaggi sacri (che gli ebrei compiono prima del pranzo). Gesù disse ai camerieri: “Riempite d’acqua quelle 6 grandi anfore!”. E quelli obbedirono: versandovi dentro ben 600 litri d’acqua in tutto. Gesù allora disse: “Bene, ora datene da bere prima al direttore del banchetto!”.
I camerieri andarono, videro che tutta quell’acqua era diventata vino: e ne portarono al capo dei camerieri. Questo ne bevve e non sapendo niente disse allo SPOSO: “Complimenti! Gli SPOSI di solito servono prima il vino buono e poi dopo quello più scadente. Il vostro invece è un matrimonio diverso: avete tenuto da parte per dopo, il vino migliore!”. 
Questo è stato il primo miracolo di Gesù compiuto a Cana per intercessione di Maria, affinchè Cristo cominciasse a manifestare la Sua gloria: ed i discepoli a credere in Lui. E Dio ha voluto che avvenisse durante un matrimonio, per farci capire perchè ha mandato Suo Figlio sulla terra: per SPOSARSI con l’intera umanità !

Sul sito http://www.bellanotizia.it puoi scaricare tante altre “bellenotizie”, anche in forma di registrazione-audio e presentazione-video, oltre a diversi miei articoli, scritti, corrispondenze-mail ed ipotesi innovative.
Note: L’autore precisa che, anche se la lettura di queste bellenotizie aiuta a comprendere la prima parte della Messa (Liturgia della Parola), non potrà mai sostituire la seconda parte (Liturgia eucaristica), in cui ci viene data la possibilità di “abbracciare” veramente il Corpo di Cristo.