Catechisti Parrocchiali – Commento al Vangelo del 26 Marzo 2023 per bambini e ragazzi

526

La V domenica di Quaresima ci commuove con l’episodio della risurrezione di Lazzaro.

Gesù riceve la notizia della malattia di Lazzaro, ma prima di andare a Betania attende che Lazzaro muoia, perché si manifesti la gloria del Dio della vita e i discepoli credano nella risurrezione.

Marta corre incontro a Gesù e, sulle prime, lo rimprovera: «Se tu fossi stato qui…», ma poi confessa la sua fede in lui, mediatore del Padre. Il Maestro le fa compiere un salto verso una fede più grande e la invita a credere che lui è «la risurrezione e la vita» già nel presente, non
soltanto per il futuro. Marta crede.

- Pubblicità -

Tu credi che Gesù è la risurrezione e la vita?

Arriva anche Maria che, dopo aver rimproverato Gesù per la sua assenza, scoppia in lacrime.

Gesù si commuove, rivelando sia la sua umanità: soffre per la morte dell’amico, sia il dolore di Dio: per la morte entrata nel mondo a causa del peccato.

Tu credi che Dio soffre per la morte entrata nel mondo a causa del peccato?

Gesù davanti al sepolcro chiede di togliere la pietra e, agli occhi dei presenti, si manifesta la gloria di Dio: Lazzaro esce vivo, avvolto in bende.

La risurrezione di Lazzaro, che è un ritorno alla vita terrena, è segno della risurrezione di Gesù e apre nei cuori la speranza che l’amore di Dio, rivelato da Gesù, è più forte della morte!

Quale volto di Dio ti porti dentro?
Il volto di un Dio che ama ed è alleato della vita?

Fonte del materiale:

Catechisti Parrocchiali
Rivista di Marzo 2023 a SOLO 2€ (in PDF)