La Pasqua ci consegna il mandato di mettere cibo buono, nutriente e semplice sotto i nostri denti. Anche Gesù risorto ha fame e chiede: “Avete qui qualche cosa da mangiare?”. E gli portarono pesce arrostito che si mangiò davanti a tutti.

La vita che esce dalla tomba è affamata. Così come un bambino appena nato subito cerca il cibo, insieme a cura e affetto. È a partire dal riconoscimento di questa fame che continua la raccolta di buone pratiche scelte fra quelle offerte dalle nostre diocesi italiane.

Come già accaduto per la Quaresima, l’Ufficio Catechistico Nazionale prosegue nel suo intento di indicare buone proposte che diventino patrimonio comune e occasione di riflessione anche per questo tempo pasquale: si tratta soprattutto di idee che riscoprono una catechesi “fatta in casa” e ricercano la sostenibilità come caratteristica principale.

Fonte

Proposta della diocesi di Cremona

Proposta della diocesi di Bergamo

Proposta della diocesi di Padova

Proposta della diocesi di Tivoli

Catechesi con bambini e ragazzi

Proposta della diocesi di Milano

Esperienze celebrative in famiglia

Proposta della diocesi di Mantova

Proposta della diocesi di Treviso

Proposta della diocesi di Cremona